Secondo incontro pubblico consulta dei cittadini del 3° distretto

La consulta dei cittadini del 3° distretto

con

ForumTrieste2011 la città che vogliamo

vi invita al

secondo incontro pubblico venerdì 1 aprile alle 16.30

Scuola media Roli di Borgo San Sergio


Vogliamo difendere la qualità dei servizi sanitari che si occupano della nostra salute.

Non vogliamo che il sistema integrato tra ospedale e territorio, costruito con grande impegno e capacità negli ultimi 15 anni, si sgretoli a causa di inefficienze politiche e gestionali

Vogliamo difendere i nostri servizi sociali.

Non è possibile che nei quartieri come i nostri vengano tagliati i servizi sociali dedicati alle persone che hanno le maggiori difficoltà.

Vogliamo difendere la scuola pubblica che si occupa dei nostri figli e che valorizza i nostri quartieri.

Non vogliamo che i tagli cadano sulle teste dei nostri bambini e ragazzi colpendo la risorsa più importante per costruire il loro futuro.

Vogliamo che ai docenti e al personale delle nostre scuole si riconosca il merito per quello che fanno e non vengano considerati, come il personale sanitario, fonte di sprechi e spese non utili.

Vogliamo che la nostra scuola pubblica continui a essere una scuola bella, efficace, di tutti e per tutti.

Vogliamo difendere i posti di lavoro della nostra città.

Non vogliamo che pezzi dei nostri servizi sanitari vengano trasferiti in altre province.

Vogliamo difendere gli investimenti per i nostri quartieri.

Non vogliamo che si indeboliscano i progetti Microarea, che vengano tagliati fondi e progetti destinati alle periferie a favore di investimenti per “i salotti buoni” di Trieste.

Chiediamo

ai candidati sindaco di Trieste e Muggia, ai consiglieri regionali, comunali e circoscrizionali, eletti nella provincia di Trieste, di essere presenti ad ascoltarci e di prendere precisi impegni a sostegno e difesa dei diritti di noi donne e uomini cittadini elettori.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in TS2011. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Secondo incontro pubblico consulta dei cittadini del 3° distretto

  1. Lorenzo Mammana ha detto:

    Non credo riuscirò a partecipare ma vorrei far presente a tutti e soprattutto ai politici e a chi si candida per essere eletto che innanzitutto siamo stufi di sentire tante promesse per poi non vederne realizzate nemmeno una. In secondo luogo, e parlo per esperienza personale, se per l’assistenza ospedaliera siamo a un buon livello in quanto fortunatamente non ci lasciano morire dimenticandosi della nostra esistenza è anche altrettanto vero che, ed è successo a me, che una volta tornato alla vita, come nel mio caso, dopo essere uscito dal coma che mi ha tenuto “assente” per un mese dalla realtà, nessuno, nemmeno chi come l’assistente sociale si è reso disponibile, anche dopo averlo/a provato a rintracciare di persona, per potre intraprendere un percorso riabilitativo che mi avrebbe potuto riportare ad una vita normale. Cosa che non essendo stata fatta subito, sono riuscito a cominciarla a fare solo molto tardi e solo grazie alle conoscenza di mia madre che avendo lvorato vent’anni in ospedale ha avuto la possibilità di chiedere e essere orientata verso chi ha potuto e mi stà ancora aiutando. Percorso iniziato dopo un anno,quasi, di ospedale e sei mesi circa che ero a casa e aspettavo di venir contatato dal mio assistente sociale che invece non ha fatto il suo lavoro e non mi ha fornito quello che avrei potuto e dovuto avere, cioè lassistenza necessaria per rientrare nella vita normale, per quanto possibile. Tutte cose fatte invece a mie spese, con ritardo e quindi con minor resa rispetto quello che sarebbe potuto avvenire se tutto si fosse svolto come sarebbe dovuto andare.
    Quindi io chiedo maggior rispetto per la vita delle persone e un aiuto concreto quindi attenzione per l’inserimento al lavoro e al sociale.
    Ecco per cominicare, e solo per cominciare questo è quello che vorrei!
    Attenzione alla vita e soprattutto alla persona, la vita prendendo un esempio che a me è molto caro non è quella che è stata per Emanuela Englaro, cioè quella attaccata a una macchina che ti fa vivere, ma la vita è Interagire, Condividere,Emozionarsi,Provare, soffrire Sentimentalmente ma acnche Amare ed essere Amati!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...